CHI SIAMO

L’Associazione Nazionale DoMuS di Trento ha preso spunto dall’esperienza della Cooperativa sociale “Tagesmutter del Trentino – Il Sorriso”, fondata oltre dieci anni fa da Caterina Masè, oggi Presidente della stessa Associazione.

L’associazione nazionale DoMuS nasce dalla volontà di sostenere e promuovere anche in Italia l’esperienza delle Tagesmutter/Madri di giorno, così come conosciuta nel contesto europeo.

L’esperienza dell’Associazione DoMuS sostiene e diffonde la valenza educativa della Tagesmutter in quanto tale figura ”consente alle famiglie di affidare in modo stabile e continuativo i propri figli a personale educativo (Tagesmutter) appositamente formato che professionalmente, in collegamento con organizzazioni senza scopo di lucro, fornisce educazione e cura a uno o più bambini di altri presso il proprio domicilio o altro ambiente adeguato ad offrire cure familiari”.

L’Associazione DoMuS ha intravisto l’opportunità di poter realizzare le aspirazioni lavorative delle donne conciliandole con la vita familiare e la possibilità di offrire ad altre donne la medesima opportunità come famiglie utenti del servizio.

L’Associazione opera in primo luogo sostenendo gli associati nello sviluppo di servizi, attività e iniziative da loro promossi, che siano rispettosi delle potenzialità e delle risorse offerte dai singoli e dalle loro famiglie e favorendo al tempo stesso modalità organizzative di sostegno e di risposta ai problemi da loro evidenziati.

L’associazione intende promuovere su tutto il territorio nazionale una rete tra soggetti che realizzino e che intendano attivare forme innovative di servizi alla persona, con particolare riferimento ai servizi rivolti ai minori nella fascia di età 0/13 anni.

PERCHE' DOMUS

L'esperienza già maturata con successo in alcune realtà può essere una risorsa anche per chi,oggi, intende attivare il Servizio.

Il supporto alle istituzioni locali e la maturazione della professionalità sul territorio nazionale ed estero.
Il sostegno dello start–up, favorendo cooperative o associazioni locali nell'avvio del Servizio e nella formazione delle operatrici.
L'ottimizzazione delle risorse e lo sviluppo imprenditoriale nelle cooperative e nelle associazioni che già operano nel settore, rendendo circolari le esperienze e favorendo la conoscenza di "buone pratiche".

Attualmente all’Associazione nazionale DoMuS aderiscono Organizzazioni sparse su tutto il territorio nazionale. Tali Organizzazioni associano complessivamente centinaia di Tagesmutter.

OBIETTIVI

Per le Famiglie utenti

Aumento delle possibilità di conciliazione famiglia/ lavoro (considerando la flessibilità contrattuale sempre più richiesta dal mercato del lavoro);

Capillarità sul territorio;

Possibilità di avere un servizio di qualità nel rispetto di un “patto educativo”;

Possibilità di affidamento diretto del proprio bambino a persone di fiducia in un contesto di socializzazione “di piccolo gruppo”;

Personalizzazione del servizio e possibilità di passare con il proprio bimbo tutto il tempo desiderato.

Per le Tagesmutter - Madri di Giorno

Percorso formativo appositamente studiato sia nei contenuti che nella strutturazione oraria; reinserimento nel mondo del lavoro attraverso un’attività che concilia facilmente impegni lavorativi e impegni famigliari;

Formalizzazione del rapporto di lavoro con conseguente emersione del lavoro nero;

Supporto tecnico – gestionale alle singole educatrici all’interno di una rete che ottimizza l’utilizzo delle risorse disponibili e garantisce gli standard di qualità delle prestazioni professionali ed inoltre elimina l’isolamento;

Miglioramento delle condizioni economiche famigliari;

Auto imprenditorialità femminile.

Per le Istituzioni

Possibilità di assicurare risposte adeguate e innovative ai bisogni emergenti in merito ai servizi all’infanzia;

Costi di avviamento e di realizzazione del servizio estremamente contenuti;

Riduzione delle liste d’attesa per i servizi comunali tradizionali;

Riduzione del lavoro nero;

Possibilità di aiutare le famiglie utenti contribuendo totalmente o in quota parte alla spesa per il servizio;

Implementazione dei servizi all’infanzia anche in territori periferici;

Rivitalizzazione del tessuto sociale attraverso la creazione di una rete tra famiglie;

Sostegno indiretto alla genitorialità e al compito dell’educazione dei figli, riducendo le tentazioni di “delega” e alimentando la corresponsabilità educativa.

I collaboratori di Domus possiedono competenze e conoscenze di altissimo livello. La nostra proposta nasce dalla precisa volontà di integrare saperi, reti di donne e modelli innovativi di policy sociale e culturale, trasformare i comportamenti e lo status dei soggetti vulnerabili (con programmi finalizzati all’empowerment, al rispetto dei diritti di cittadinanza, alla realizzazione di voce e accountability, e alla possibilità di intraprendere una attività imprenditorialie e sociale). In ogni caso riteniamo che la trasmissione di una cultura della responsabilità sia di per sé stessa una azione positiva. L’estensione degli obiettivi di reinserimento sociale delle donne conduce all’individuazione di un sistema di welfareche possiamo definire “abilitante”, usando le parole di Stefano Zamagni (2009), “unwelfare che accresce la responsabilità individuale.”

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente Onoraria - Caterina Masè

Presidente - Antonella Panetta

Vice-Presidente - Silvia Garonzi

Consigliere - Salvatore Mattei